26 Ottobre 2020

DENUNCIARE LA VIOLENZA - Istituzioni Volontariato e Cittadinanza

30-09-2020 09:52 - DENUNCIARE LA VIOLENZA - Istituzioni Volontariato e Cittadinanza
https://us02web.zoom.us/j/86702143055?pwd=STg2OXU3WTkwbmdpZGhsUTBJeTB5UT09
ID 86702143055
PW 168590

“DENUNCIARE LA VIOLENZA - Istituzioni Volontariato e Cittadinanza”
martedì 6 ottobre 2020

Webinar GRATUITO in diretta su piattaforma
ZOOM ID: 86702143055 PW 168590
PER GLI ACCREDITI E
LE ATTESTAZIONI DI FREQUENZA
E' OBBLIGATORIA L'ISCRIZIONE
https://bit.ly/3cRN8H9

oppure:
via mail a: formazione@cifcarrara.net


Il progetto parte della rilevazione della necessità di sensibilizzare e formare cittadinanza e mondo del volontariato sui percorsi che il nostro ordinamento giuridico-sociale garantisce dalla denuncia della violenza nei confronti della donna.
Denunciare è possibile; non è sempre una "scelta" ma spesso un atto dovuto della donna a se stessa e ai propri figli a fronte del rischio di vita. Poter rassicurare sul percorso di tutela che si attiva con la denuncia rappresenta un elemento materiale e simbolico per la vittima senza il quale non è possibile pensare una fuoriuscita. Abbiamo constatato come purtroppo solo poche conoscano le forme di tutela e questo comporta un grande ostacolo al contrasto alla violenza. La disinformazione inoltre corre a fianco a stereotipi e pregiudizi (del tipo: gli assistenti sociali mi toglieranno i figli?; La Polizia mi crederà? e il Giudice? in fondo è la mia parola contro la sua- Lui (rif. al violento) me lo ha già detto che non ho prove ...).
La necessità di dare informazioni a riguardo è stata espressa in particolare dalle istituzioni, procura e forze dell'ordine motivate a divulgare, assieme al Centro antiviolenza DONNAchiama DONNA del Comune di Carrara gestito dal CIF Carrara, un messaggio rispondente alla realtà, positivo e preciso: si può denunciare in piena sicurezza grazie alla rete dei servizi antiviolenza (servizi sociali, tribunale, procura, forze dell'ordine etc.), rafforzata oggi dall'adozione del "Codice Rosso" (che pone ulteriori prospettive di tutela) e dalla rete con le istituzioni pubbliche (grazie ad un lavoro continuo e coordinato). Necessario pertanto un approfondimento sulle garanzie di tutela e protezione delle vittime di violenza e sulla presenza di una comunità in crescita che si fa carico della questione come problema sociale.

L'evento è realizzato in collaborazione con il CESVOT

Collegamento alla piattaforma ZOOM
https://us02web.zoom.us/j/86702143055?pwd=STg2OXU3WTkwbmdpZGhsUTBJeTB5UT09

PROGRAMMA
Programma
8,30 -9,00
Registrazione dei partecipanti

ore 9,00-13,00
Saluti delle autorità
Interventi:
Anna Lucia Galleni: Assessore Comune di Carrara Politiche sociali e contrasto alla violenza di genere
Amelia Zanti: Assessore Comune di Massa Politiche Sociali e contrasto Violenza di genere
Podestà Giorgia: Assessore Comune di Montignoso Politiche Sociali e contrasto Violenza di genere
Introduce e modera Francesca Menconi - Presidente CIF Carrara


Gli aspetti giuridici

Luca Villa Presidente del tribunale per i minorenni di Genova
Alessandra Conforti Sostituto Procuratore - procura presso il Tribunale di Massa
Rappresentante Polizia di Stato - Commissariato di Carrara
Rappresentante Carabinieri - Compagnia di Carrara
Serenella Berti Presidente CPO Ordine Avvocati Massa-Carrara
Nella Pisani Pronto soccorso Ospedale Apuane Azienda NordOvest

ore 14,00-17,30
Il Ruolo del terzo settore nel contrasto alla violenza di genere
La rete per la fuoriuscita dalla violenza

Donatella Moruzzo Assistente sociale Responsabile Settore Sociale Comune di Carrara
Carla Conti - Assistente sociale Referente Percorso Rosa Zona Apuane Azienda USL NordOvest
Marina Babboni Esperta di politiche di genere - Già dirigente Settore servizi per il lavoro di Massa-Carrara, Lucca e Pistoia
Ilaria Bonuccelli (Il Tirreno) La comunicazione giornalistica
Spazio per le domande

Accreditato all'ordine degli avvocati e degli assistenti sociali
Documenti allegati
Dimensione: 1,68 MB

Realizzazione siti web www.sitoper.it